Archivi Blog

Essere scassamaroni nel dna: un’autodenuncia

Sono sempre stato un appassionato di webcam online, forse un po’ per il mio latente voyerismo, vuoi perché è un modo di viaggiare con la fantasia e sentirsi per un secondo in un’altra parte del mondo.

E’ comunque diventata una cosa passata di moda e siti come Earthcam non hanno più l’appeal di una volta.

Io continuo a controllarne alcune, soprattutto della zona dove vado in montagna (Pinzolo, Val Rendena). Una di queste, ha una visuale molto simile a quella di uno dei balconi di casa nostra.

Il maltempo delle ultime settimane aveva però fatto spostare leggermente la cam, che ora inquadrava praticamente solo il cielo. Oggi mi sentivo particolarmente scassamaroni e ho scritto alla società che gestisce la cam. In poche ore mi hanno risposto e… hanno sistemato la cam.

Proprio vero che nella vita gli scassamaroni le hanno tutte vinte…

Annunci

La famosa invasione degli orsi in Trentino – Focus.it

Anche Focus dedica spazio alla questione del ripopolamento di orsi (ma qualcuno direbbe sovrappopolamento) in Trentino. Sento la cosa particolarmente vicina, avendo al casa a Pinzolo. Io non so se o numeri dei censimenti siamo veri o, come molti sostengono, non lo siano. So che quando ero adolescente, con gli amici di passavano le nottate in tenda nei boschi. Oggi, se avessi un figlio, non mi fiderei a fargli fare quello che io stesso (non certo un cuor di leone ai tempi) facevo senza problemi).

Sinceramente, nel momento in cui inserisci una razza in un habitat, senza che abbia predatori, penso che dei problemi si creino sempre.

Sorgente: La famosa invasione degli orsi in Trentino – Focus.it

Detto questo, domani dovrei andare a mangiare la trota al lago di Nambino. Alla facciazza dell’orso.

Natale con i tuoi, Pasqua a Pinzolo

Quest’anno le feste, in generale, non le sto prendendo particolarmente bene. Sarà l’età, sarà la situazione personale, sarà capitato anche a voi di vedere segnare Di Muzio. Fatto sta che in questi giorni mi muoverò da Milano solo per dei pranzi fuoriporta con amici. Invece per me la Pasqua è Pinzolo, dove con famiglia abbiamo casa. Con i miei o con la fidanzata dell’epoca, fatto sta che negli ultimi dieci anni credo di aver passato quasi tutte le Pasque là. Con alti e bassi ma spesso là. Quindi, ad un abitudinario come me, oggi un po’ manca non esserci potuto andare. Mi accontento di guardare la webcam…

  

Il concetto di settimana bianca

Nonostante abbia sempre preferito la montagna al mare, non ho mai fatto una settimana bianca. In questo weekend ha raggiunto una coppia di amici che ne stava facendo uno proprio dove vado sempre. È un concetto di vacanza abbastanza diverso da quello a cui sono abituato. Gli elementi caratterizzanti sono due: prima di tutto si svolge in un periodo in cui gli altri lavorano, poi è finalizzata ad una pratica sportiva. La cosa più vicina che faccio sono i quattro giorni inglesi per Wimbledon, ma il fatto di andare in una grande città non lo rende poi diverso da un weekend lungo (in fondo è solo un giorno in più, il salto completo della settimana lavorativa è quasi una chimera per me). Forse un giorno dovrei riuscire a farmi una settimana di golf da qualche parte. Certo… Come no… 

 

Viaggiare low cost (ma vicino)

Parliamo di viaggi low cost ma lasciamo stare Ryan Air e Easy Jet. Non essendo un grande amante della guida, stavo valutando alcune soluzioni per delle trasferte brevi. Dando per scontato che il treno è il mio mezzo preferito, soprattutto per muoversi tra le grandi città, stavo valutando anche il costo dei pullman, soprattutto per quelle destinazioni non raggiunte dalle rotaie. Prima dei 18 anni andavo in montagna da me (Pinzolo) con l’Autostradale. Ci metteva una vita, era caldo ma non mi pareva costasse molto. Così ho provato a fare una ricerca. Andata e ritorno: 48 euro. In pratica poco meno di quello che spenderei da solo per benzina e autostrada. Non mi pare per nulla conveniente… Se poi si viaggia almeno in due, proprio non c’è paragone. Ho verificato anche per andare in liguria, anche in questo caso non c’è convenienza, soprattutto rispetto al treno: più veloce e meno costoso. Qualcuno di voi viaggia mai in pullman? L’unica persona che conosco che lo ha fatto di recente (pendolari a parte) è una blogger che ci è andata in Ucraina…

L’ultimo strudel della pasticceria Zeni

I miei sono andati in montagna (Pinzolo – Val Rendena) questo weekend e sono tornati con una brutta notizia. La pasticceria Zeni, quella storica del paesello (Spiazzo Rendena) dove per anni abbiamo avuto la casa, con ieri cessava definitivamente l’attività. Non solo era una pasticceria storica ma anche quella che faceva il mio strudel preferito. Fortunatamente sono tornati non solo con la brutta notizia ma anche con uno strudel. Mentre vi scrivo sto mangiando quella che è probabilmente l’ultima fetta che assaporo e lo dico con molta tristezza.

Grazie di tanti anni di dolcezza.

Ecco un articolo in merito, da cui ho tratto anche la foto.

 

I nuovi rabdomanti

I rabdomanti erano coloro che, armati di un legnetto a forma di Y, giravano cercando segni di fonti d’acqua. Quando vi erano vicini, il bastoncino (teoricamente) vibrava. Ora ce n’è una nuova specie, della quale solo orgoglioso membro. Gente che vaga per le località turistiche, con lo smartphone in mano, cercando disperatamente un accesso wifi o comunque il punto in cui il segnale è migliore.

20130810-095455.jpg

Illusioni di giovani tifosi

Ecco cosa ho trovato disegnato su di un tavolino nella pineta di Pinzolo, ritiro precampionato dell’Inter. Ci ho messo i po’ a capire se era una formazione di quest’anno o dello scorso campionato. Mi ha aiutato la panchina. Mi fanno tenerezza quelli che si attaccano ancora al povero Milito

20130808-162151.jpg

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: