Archivi Blog

L’Onorevole Complottista

In questi giorni c’è grande ilarità sui deputati M5S. Forse anche solo per invidia. Un po’ come per l’arte contemporanea, quando la gente guarda un’opera e dice “questa la potevo fare anche io”. Sì, ok. Ma non l’hai fatta.
Comunque non pensavo che l’avrei mai detto ma: INIZIO A RIMPIANGERE QUANDO GRILLO VIETAVA AGLI ATTIVISTI DI ANDARE IN TV.
A questo link potete vedere un’intervista rilasciata a Ballarò da un neo deputato che sostiene come negli usa abbiano iniziato a installare chip nella gente e lascia intendere che sia d’accordo sulle teorie che vedono gli attentati dell’11 settembre di matrice interna.

Bene. Il complottismo è arrivato in parlamento. Potrebbe essere un passo avanti: dai complotti ai complottisti. Il prossimo passaggio? Gli X-Files?

Caro Grillo ti scrivo…

Caro Beppe Grillo ti scrivo. Ti scrivo perchè non capisco e, spero, come me non ti capiscano molti del M5S (di cui, è bene dirlo, non faccio parte).
Ho ascoltato le tue parole prima e dopo il voto. Soprattutto queste ultime mi hanno spaventato. Quando ti hanno chiesto dove vi sareste messi in parlamento, ha risposto qualcosa del tipo “dietro a tutti loro, per dargli degli scappellotti se non fanno come si deve”.

No Grillo, non si fa così. Tu dovevi dire che vi sareste messi davanti a tutti, per fargli vedere come si fa. Il primo partito italiano non puo’ limitarsi a distruggere ma deve fare.

Hai detto anche che l’inciucio Pd-Pdl durerà meno di un anno, durante il quale chiuderanno 1000 aziende al giorno. O mille in tutto. Non ricordo e non è questo che conta. Quello che conta è che se il primo partito italiano dimostrasse come si deve operare, magari di queste aziende ne chiuderebbe la metà.

Oggi Gargamella una cosa giusta l’ha detta: questo è il tuo paese, il vostro paese. Non potete chiamarvene fuori.

Lo scrivo da mesi: spero che i Grillini, anche se non amano farsi definire così, siano più responsabilit di te.

Mario Adinolfi

In tutto questo, gli ultimi mesi mi hanno fatto scoprire un soggetto con cui mi trovo quasi sempre d’accordo: Mario Adinolfi.

Del Pd, diventato deputato nel corso della legislatura, non ricordo per quale motivo (decesso o rinuncia di un eletto mi pare). Giocatore di Texas Hold’em. Renziano convinto. Uomo di sinistra critico e pragmatico al punto giusto.

E adesso che si fa?

Si spera. Ecco cosa si fa. Si spera che il M5S oltre a distruggere voglia anche costruire, voglia dimostrare la sua superiorità sul campo. Inevitabilmente se vuole farlo deve scendere a patti col PD. Se così non fosse, non so cosa succederà. In bocca al lupo a tutti.

Ultimo post pre elettorale

Ecco alcune considerazioni sparse prima del silenzio pre elettorale.

– lo so, sono incoerente, mi lamentavo giusto stamattina di chi parla sempre di elezioni
– Albertini mi era piaciuto come sindaco di Milano, lo voterò per la regione anche se non ha chance. In fondo si deve votare quello in cui si crede, non il minore dei mali.
– qualche giorno fa avevo una gran paura che risalisse il cav. Ora non più.
– ho quasi la certezza che il risultato sarà di ingovernabilità.
– spero che i grillini diano il benservito a Grillo

Bramando un assordante silenzio

Le elezioni in epoca di social network sono una cosa insopportabile. Chiunque inoltra qualunque cosa. Spesso articoli o comunque “manifesti” dalla dubbia veridicità o, nel miglior caso, trasudanti populismo (sia da destra che da sinistra).

Chi si preoccuperà di far rispettare il silenzio pre voto sul web?

Per favore, non bevetevi tutto…

Tiriamo le somme su Sanremo

Qualche dato oggettivo:

Premio della critica: Elio e le storie tese

Premio miglior arrangiamenti (cioè premio dei maestri dell’orchestra): Elio e le storie tese

Classifica del televoto di finale:
44% Marco Mengoni
34% Modà
22% Elio e le storie tese

Classifica finale (televoto+giuria di qualità)
36% Marco Mengoni
33% Elio e le storie tese
31% Modà

Non è dato il dettaglio della giuria di qualità ma, pesando al 50% sulla classifica finale lo ricaviamo:
44% Elio e le storie tese
28% Marco Mengoni
28% Modà

Questi sono i dati oggettivi che si commentano da soli 🙂
Vi saluto e a questo punto mi aspetto un nuovo governo Berlusconi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: