Archivi Blog

Cinque anni fa, oggi.

Il mio blog ha oltre dieci anni di storia. Ogni tanto mi piace quindi andare a vedere cosa scrivevo, nel medesimo giorno, diversi anni fa. Oggi sono andato indietro di cinque anni e ho trovato questo articolo, in cui parlavo di un hotel che offriva soggiorno gratis. La condizione era di essere una coppia e di acconsentire a farsi riprendere durante “effusioni amorose”.

A distanza di tempo, direi che è un modello di business che non ha attecchito. 

Sorgente: Viaggiare gratis col porno | Il Puck

In Lombardia gli under 14 viaggiano gratis

Tutto sanno che i bambini sotto una certa età non sono tenuti a pagare il biglietto sui mezzi pubblici. Non tutti sanno (io non lo sapevo) che esiste questa carta “io viaggio in famiglia” che consente di viaggiare gratis. È emessa dalla Regione Lombardia e fa sì che il titolare viaggi gratis fino ai 14 anni se accompagnato da uno degli 8 adulti (paganti regolarmente biglietto) preventivamente indicati. Questo vale non solo sui mezzi urbani ma anche su quelli interurbani e sui treni, purché gestiti da un ente pubblico.

Un’iniziativa molto interessante soprattutto per chi ha figli già grandicelli.

NB: attenzione sui treni, vale solo per le tratte lombarde di FS

Sorgente: Infrastrutture e Mobilità :: io viaggio in famiglia

Milano, niente musei gratis in agosto

Ammetto che ci avevo fatto la bocca buona. La prima o l’ultima settimana d’agosto erano per me il momento ideale per recuperare qualche museo dove non ero mai stato o dove non andavo da tempo. Da qualche anno infatti molti musei milanesi erano gratuiti nel mese di agosto. Purtroppo la crisi si fa sentire anche in questo e per il 2013 l’iniziativa non verrà riproposta. Va bene così, purchè i soldi incassati si spendano bene.

Milano, tagli alle iniziative culturali e stop ai musei gratis.

PING! (post sulla gnocca per fare audience)

Dove Ping non sta per il tempo di risposta di un server ma… PING! …YdR…lo spieghi lei! 🙂

Comunque la settimana del mio blog è stata, come numero di visite, scarsina e quindi dovevo ravvivarla con qualcosa che riscaldasse gli animi. Pesante attacco alla casta o gnocca in bella vista? I due argomenti nel recente passato italiano sono spesso andati di pari passo e quindi quale sito migliore del TgCom, che da sempre ci regala perle di grande giornalismo, per trovare qualcosa per l’occorrenza? Ecco quindi un servizio di pubblica utilità sull’assessore regionale Minetti e sul suo… PING!

PS L’articolo secondo classificato nelle mie scelte, sempre dal tg.com, si interrogava sull’argomento che sta agitando la mia estate metropolitana: gli shorts

Il cenacolo gratis

Il Cenacolo vinciano è una delle attrazioni turistiche più note di Milano. Spesso però i milanesi, o coloro che vivono a Milano, non l’hanno mai visto o l’hanno fatto da piccoli. Pure io, lo ammetto, non lo vedo da almeno 25 anni. Spesso puo’ anche venire la voglia di andarci ma si viene scoraggiati dal fatto che si accede solo su prenotazione e trovare un buco è spesso difficile o comunque richiede largo anticipo.
Grazie al sempre ottimo sito SurviveMilano.it ho scoperto che grazie alla sponsorizzazione dell’Eni ci sono quattro serate ad ingressi gratuiti. Basta prenotarsi. Io ieri l’ho fatto e il 13 luglio alle 19 sarò in coda per entrare.
L’articolo coi dettagli E’ QUESTO, se vi interessa vi consiglio di affrettarvi.

Whatsapp grauito per iPhone: un’offerta da non lasciarsi scappare

Whatsapp è un messenger gratuito multipiattaforma. Di cosa si tratta? Di un modo per scriversi messaggi gratuitamente tra proprietari di iPhone, Blackberry, Android smartphone Nokia. Basta conoscere il numero di telefono dell’interlocutore, che ovviamente deve anch’esso usarlo. In pratica può sostituire sms e mms. Funziona perfettamente! Normalmente costa SOLO 79 centesimi e vista la sua grande utilità è stabilmente tra i titoli più venduti dell’AppStore. Se avete un iPhone vi segnalo, se non l’aveste ancora o se non aveste voluto fino ad oggi spendere meno di un caffè per averlo, che attualmente è in offerta gratuita! Assolutamente da non lasciarsi scappare.

Birra gratis!

Quando nel film The Commitments di Alan Parker (inciso: se avete almeno 30 anni e non avete visto questo film, andatevene dal mio blog e non tornate fino a che non avete espiato) i primi membri della band cercano uno nome, uno racconta dei Birra Gratis. Si tratterebbe di un fantomatico gruppo che sfruttando la superficialità di chi legge i cartelloni, fa il pieno ai concerti. Tutto questo per dire cosa? Niente di che. Voglio vedere quanti contatti riesco a generare con un post con questo titolo. Poi non lamentatevi dicendo che punto solo sulla gnocca per aumentare l’audience 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: